Essaouira

La città costiera Essaouira dove c’è il mare, il sole e la Medina

Essaouira dove c’è il mare, il sole e la Medina nella costa Atlantica è una delle più amate città del Marocco soprattutto dai giovani. Ciò grazie alla vivacità che la contraddistingue e l’impronta europea che nasconde nel suo passato.

Essaouira nel passato

La città marinara fu importante perché fin dall’antichità venne considerata un’essenziale scalo commerciale in direzione del Golfo di Guinea. Tanto da suscitare l’interesse anche dall’Impero Romano che la strappò dal dominio berbero.

Poi passò in mano agli arabi, ai portoghesi che la chiamarono Mogador, e infine rifiorì durante il regno del sultano Muhammad III del Marocco. Il quale pensò bene di ospitare le comunità ebraiche affinché svolgessero le mansioni commerciali e marittime con le potenze estere.

In poco tempo le capacità mercantili degli ebrei riportarono in auge la città, tanto che il sultano decise di ridisegnarla la città dandole un’impronta più europea e richiudendola a protezione all’interno di una cinta muraria.

La fortuna di Essaouira terminò con l’acquisizione del protettorato francese sul Marocco avvenuto nel 1912, che cambiò radicalmente le rotte marittime, dando maggiore risalto ad altri porti come la vicina Agadir, CasablancaTangeri.

Essaouira oggi

Vanno ringraziati personaggi famosi del panorama musicale se Essaouira a metà degli anni Sessanta riacquistò nuovo prestigio e celebrità. Fu infatti meta di numerose comunità hippy che videro ospitare artisti del calibro di Jimi Hendrix, Sting, Bob MarleyFrank Zappa.

Non fu solo la spiaggia e l’aria ricca di iodio ad attrarre l’interesse del mondo della musica ma anche lo stile musicale gnawa. Si tratta di un gruppo etnico discendente dagli schiavi neri subsahariani che crearono una sonorità derivante dalle loro cerimonie che induce a uno stato di ipnosi facendo entrare in trance gli ascoltatori.

Ogni anno nel mese di giugno si svolge il Festival di musica Gnawa che inevitabilmente attira migliaia di turisti da ogni parte del mondo e del Marocco.

Essaouira dove c’è il sole, il mare e la Medina

Essendo Essaouira una città marittima che si affaccia sull’Atlantico è meta di surfisti che vengono qui tutto l’anno a cavalcare le onde favoriti da un clima che si mantiene mite anche in inverno.

Inoltre chi viene a Essaouira si concede una rilassante passeggiata a cavallo nella sabbia e lungo la battigia. Un modo alternativo per scoprire i lati più selvaggi e inesplorati della costa.

Agli amanti della storia invece non può mancare un tour all’interno della Medina, entrata a far parte del Patrimonio dell’Unesco nel 2001. La struttura è un esempio dell’architettura militare europea in nord Africa. E ancora si possono vedere i resti dell’antica Mogador. La sua planimetria perfettamente regolare le ha fatto guadagnare le nomea di «ben disegnata».

Per qualsiasi motivo si decida di visitare Essaouira non si rimarrà delusi perché sebbene non sia più uno dei porti più importanti del Marocco, ha saputo reinventarsi svariate volte nel corso dei secoli, rimanendo uno scrigno ricco di tesori che sa, al momento giusto, tirare fuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *