Prodotti

Il massaggio berbero: un trattamento di rilassamento profondo

Come fare l'hammam marocchino in casa

Il massaggio berbero è una delle attrattive dei turisti che si recano nelle città marocchine come Marrakesh o Casablanca. Serve non solo per ritemprare mente e spirito ma anche per assaporare un rituale antico che arriva dalle note misteriose del deserto.

Nasce come rituale di purificazione legato strettamente a una questione religiosa e si amalgama a concetti spirituali di antiche e millenarie credenze berbere.

Si esegue all’interno delle strutture adibite all’hamman, dove i suoni, i vapori, il massaggio e la luce soffusa delle candele creano un ambiente rilassante e ipnotico.

Il procedimento segue un percorso classico che inizia attraverso l’udito, interessato dal suono scadenzale dell’Oud, il liuto arabo, che cattura subito l’attenzione del visitatore.

Si prosegue con la vista dove un percorso dettato dalla luce soffusa delle candele indica il luogo in cui ci si potrà rilassare e farsi cullare dall’affascinante sapienza antica.

Entrano in gioco l’alternanza di sensazioni di calore. Si passa da un ambiente tiepido a uno caldo e umido determinato dal calidarium, una stanza di 43 gradi centigradi, che grazie al silenzio e all’umidità presente, inizia a rilassare i muscoli e di conseguenza anche la mente.

Arriva il momento in cui lasciare andare ogni pensiero della giornata e scivolare dolcemente nel tepore ascoltando i battiti e i movimenti interni del nostro corpo.

Ora tocca al Gommage Royale, fatto con il guanto di Kessa, che serve a esfoliare la pelle e togliere ogni impurità. Eliminando le impurità delle pelle si tolgono anche i pensieri affaticanti, lasciando andare ogni tipo di resistenza.

La pelle in questo modo appare più pulita e più distesa. Dopo che la pelle si riscalda bisogna pensare al corpo e al senso del gusto. Si beve un caldo bicchiere di thé alla menta, in questo modo anche gli organi interni vengono chiamati a rilassarsi e a distendersi.

È tempo dell’impacco reale preparato con olio di argan, henné, boccioli di rosa e fiori di lavanda, polvere rossa di Fes, ghassoul ed essenze aromatiche.

Il senso dell’odorato attiva i suoi recettori per gustare ogni singola nota profumata.

Una ricetta tramandata da madre a figlia, uno scrigno di bellezza nascosto nella terra marocchina, il massaggio berbero antico e originale. Si rimane avvolti in questo elisir magico per una ventina di minuti e poi si passa al risciacquo. Infine si procede al massaggio finale dove si viene avvolti dal potere dell’olio di argan, capace di donare lucentezza al corpo.

Il massaggio berbero avviene a due o a quattro mani mentre le gocce calde dell’olio vengono lasciate cadere sul corpo. Bisogna partire dai piedi fino ad arrivare alla testa seguendo un percorso che va a toccare punti particolarmente contratti e bloccati. Al termine la persona viene avvolta in una coperta e lasciata a riposare per alcuni minuti.

Quando ci si sente pronti si può andare nella zona relax per bere un’altra tisana e gustare dei dolcetti o della frutta secca, pensando e analizzando quei particolari momenti di beatitudine che solo il Marocco sa donare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *